Trattoria Tipica a Caprarola

Banner

Visite Guidate e Guide Turistiche

Banner

Il nuovo libro sul Palazzo Farnese

Banner

La Centrale a biomasse di Caprarola fa paura

Giovedì 22 Settembre 2011 13:51 Admin
Stampa PDF

b_130_0_16777215_0___images_stories_centrale1.jpgLegittimo, ma forse un pò eccessivo
A tutela dei diritti dei cittadini caprolatti si è costituito anche un comitato contrario alla realizzazione della centrale a biomasse che dovrebbe sorgere a Caprarola, ma

effettivamente ben pochi conoscono i vantaggi o gli eventuali rischi per la salute e ciò, probabilmente, è dovuto, come al solito, alla cattiva informazione, se non addirittura assente, che invece di chiarire e rendere partecipi i cittadini genera confusioni, timori e diffidenza.
La prima volta che si parlò pubblicamente di questa centrale a biomasse, fu durante la campagna elettorale per le amministrative di Caprarola a maggio scorso, quando il candidato della lista uscente, Alessandro Pontuale, durante la nostra intervista aprì questo argomento con delle dichiarazioni ben precise attribuendo la competenza di ogni autorizzazione necessaria all'impianto, alla Provincia di Viterbo.

Guarda la parte di intervista ad Alessandro Pontuale

Subito arrivarono le polemiche e numerosi utenti di Caprarola.Com che ci chiesero di trattare l'argomento ma, proprio perché in campagna elettorale e per evitare strumentalizzazioni politiche, preferimmo rimandare tutto ad un secondo momento con la speranza che i diretti interessati, la società Stelliferi & Itavex, l'amministrazione comunale,  e la Sorgenia avessero fatto chiarezza con una corretta informazione.

Infatti, a distanza di qualche mese è stata resa nota una comunicazione dal Sindaco per chiarire le divergenze politiche, e successivamente è stato distribuito un volantino informativo sul progetto redatto dalla Stelliferi & Itavex spa e da Assofrutti srl.
Da questo volantino si evince chiaramente, per ciò che è stato dichiarato, che il progetto della centrale è praticamente innocuo per la salute dell'ambiente e per quella dei cittadini.
Tuttavia, tantissimi cittadini, ovviamente in cerca di garanzie più concrete, continuano a chiedersi: si, ma un domani?
Perché del domani non c'è certezza poiché una autorizzazione rilasciata oggi, per un tipo di esercizio, potrebbe essere modificata per un esercizio completamente diverso. Un caso simile, e clamoroso, è quello della centrale della Riso Scotti Energia, autorizzato inizialmente per l’impiego esclusivo di lolla di riso e altre biomasse, e successivamente, con provvedimenti autorizzativi della Provincia di Pavia e della Regione Lombardia, anche all’incenerimento di variegate tipologie di rifiuti anche pericolosi, tant'è che il Corpo Forestale dello Stato e la Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato hanno arrestato Franco Centili, funzionario del Gestore dei Servizi Energetici – G.S.E. di Roma e notificato gli arresti domiciliari ad Angelo Dario Scotti, Vice Presidente del CdA di Riso Scotti Energia, nonché Presidente del CdA e Amministratore delegato di Riso Scotti S.p.A, Andrea Raffaelli, funzionario del G.S.E. di Roma; Elio Nicola Ostellino, ex consulente esterno di Assoelettrica e Nicola Farina, commercialista di fiducia del Gruppo Scotti con studio a Milano.
Ecco perché molti cittadini temono che la centrale di Caprarola possa diventare un rischio, perché tutto è sempre subordinato ad un tipico malcostume italiano.
D'altro canto non è possibile bloccare la realizzazione di un impianto solo perché qualcuno ha fatto il furbo. E del resto, da decenni si parla di progetti per raccogliere tutti i sarmenti prodotti nel territorio e riconvertirli in energia ma sono rimaste sempre parole al vento. Infatti, se un'amministrazione lungimirante avesse messo in atto uno studio ed un progetto per la realizzazione di una centrale a biomasse, avrebbe innanzitutto ridotto le emissioni inquinanti, di tutti i fuochi accesi nelle nostre campagna per bruciare le potature, e probabilmente avrebbe prodotto energia a favore dei cittadini.
Ne è un esempio inequivocabile l'inchiesta fatta dal programma RAI Reporter, dove si promuovono a pieni voti le centrali a biomasse purché di piccole dimensioni e soprattutto autosufficienti, cioè che non necessitano di importare le materie prime perché ciò causerebbe uno squilibrio ambientale con una importante lievitazione dei costi di gestione e dell'inquinamento... Guarda il video di Reporter qui sotto:


Se la centrale a biomasse rispettterà quanto dichiarato dalla Sorgenia e da Stelliferi & Itavex spa, sarà sicuramente un primo passo verso la diffusione di energie rinnovabili ed un futuro più pulito, anche in considerazione del fatto che a Caprarola e nel territorio circostante sono presenti migliaia di caldaie a gusci di nocciole che immettono nell'aria fumi privi di ogni minimo filtraggio e questo dovrebbe far riflettere tutti i cittadini.
Noi, invece, ci facciamo altre domande alle quali speriamo di aver risposta: i fumi che ne usciranno saranno sicuramente innocui ma... saranno maleodoranti?
Vedremo forse nell'aria antiestetiche nubi di fumi anche se innocui?
Ci sarà un organo di controllo superiore per verifiche costanti?


Vediamo le dichiarazioni della Stelliferi & Itavex presenti nel volantino diffuso.

mt_ignore

Dove verrà realizzata la centrale?
All'interno dello stabilimento di lavorazione delle nocciole Stelliferi & Itavex

Chi lo realizzerà?
La Sorgenia spa, uno tra i più importanti operatori del mercato elettrico italiano
Stelliferi & Itavex, la più importante società che opera nel settore della lavorazione delle nocciole in Italia
Assofrutti srl, organizzazione di produttori di nocciole con oltre 1.693 coricoltori.

Quali biomasse verranno usate?
la materia prima necessaria al funzionamento dell'impianto consiste in gusci e sarmenti di nocciolo provenienti dal bacino DOP nocciola romana per un raggio di circa 25 km. La Stelliferi & Itavex sarà l'unico  fornitore della biomassa necessaria.

Perché a Caprarola e chi ne giova?

Perché Caprarola si trova quasi al centro dell'area di produzione
La scelta di realizzare questo impianto all'interno della Stelliferi & Itavex, genera interessanti sinergie da cui entrambe le attività traggono importanti benefici.
Infatti, la collocazione del nuovo impianto fa si che logisticamente connessa al suo esercizio sia completamente integrata in quella determinata dall'attività in essere in termini di approvvigionamento, stoccaggio e movimentazione del prodotto destinato alla produzione di energia. Inoltre, la vicinanza dei due impianti rende possibile l'uso del calore recuperabile dal processo di produzione di energia elettrica  per l'attività di tosatura delle nocciole con ulteriori benefici derivanti dalla riduzione dei consumi di GPL.

Quanto consuma la centrale ogni anno?
Il programma di funzionamento prevede l'effettuazione  di due principali campagne continuate.
Una campagna utilizza gusci di nocciole da marzo fino a settembre con un fabbisogno stimato di circa 3.500 tonnellate di gusci di nocciole.
Una campagna di utilizzo del cippatino essiccato di sarmenti di nocciolo, durante il periodo della potatura da ottobre a febbraio.
Durante tale periodo l'impianto Sorgenia consumerà circa 3.250 tonnellate di sarmenti di nocciolo.
Nel caso in cui la disponibilità di sarmenti risultasse superiore, l'impianto continuerà ad usare sarmenti fino al loro esaurimento.

E  i gusci?
Considerando che il valore medio della produzione annuale di gusci in provincia di Viterbo è di circa 20.155 tonnellate, il consumo di 3.500 tonnellate anno corrispondono al 15% dei gusci disponibili.

Ci si guadagna a conferire i sarmenti?
La potatura del nocciolo della legna e degli altri residui avranno certamente un impatto economico positivo sul bilancio delle imprese locali.

Avrà impatto sul traffico locale?
Pur in presenza di traffico aggiuntivo generato dal conferimento dei sarmenti, ma considerando che un certo quantitativo di gusci di nocciole verrà consumato presso lo stabilimento il traffico complessivo si ridurrà. Il progetto prevede una diminuzione della numerosità dei veicoli rispetto alla situazione attuale.

E' inquinante?
L'impianto non effettua una combustione della biomassa solida mala  trasforma in gas attraverso un processo termochimico in depressione. il gas di sintesi alimenta un motore endotermico ad alta efficienza che attraverso una combustione magra contiene le emissioni di ossidi di azoto e attraverso l'utilizzo di un sistema catalizzatore riduce le emissioni di monossido di carbonio. Un potente sistema di abbattimento delle polveri già nella fase di pulizia del gas di sintesi, riduce a poche decine di mg/h le emissioni di polveri.
In pratica, inquinano di più tre grosse caldaie a gusci domestiche che l'impianto Sorgenia che comunque sarà dotato delle migliori tecnologie disponibili riguardo i sistemi di abbattimento, soprattutto per quanto riguarda il contenimento delle emissioni di polveri.

Che fine fa l'energia prodotta?
l'intera quantità dell'energia elettrica prodotta dall'impianto verrà immessa nella rete di distribusione nazionale attraverso un brevissimo cavo interrato collegato alla cabina di media tensione già presente al fianco dello stabilimento che la immetterà nel mercato nazionale dell'energia.
L'energia termica recuperata dal calore latente dei fumi di scarico del motore e dei sistemi di raffreddamento del processo verrà utilizzata per alimentare uno scambiatore di calore che riscalderà l'aria per i sistemi di tosatura e riscaldamento degli edifici dello stabilimento Stelliferi.

E' in questo punto che verrà installato l'impianto

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Dicembre 2011 08:53

Commenti  

 
#1 2011-09-23 08:09
le centrali a biomasse nascono come funghi
penso che siano un rimedio importante per generare energia
leggendo in giro su internet si dice che non sono pericolose
Citazione
 
 
#2 2011-09-23 08:23
caro gg se ti piace tanto la centrale perché non te la metti a casa tua? anche io sono andato su internet e ho letto che le centrali mandano nell'aria polveri sottili che sono dannose per le persone. io penso a me e alla salute di mio figlio
Citazione
 
 
#3 2011-09-23 08:45
scusa pic, perché lamentarsi della centrale a biomasse se da quanto reso noto non causerà nessun disagio per i caprolatti?
Noto una certa incoerenza anche nel chiacchiericcio di paese che sembra motivato da rancori o risentimenti verso stelliferi invece che dalla preoccupazione sulla centrale. Vi lamentate della central che è sottoposta a rigide regolamentazion i e non vi preoccupati di quante tonnellate di polveri vengono disperse nell'aria dalle macchine che raccolgono le nocciole?
Quelle si che sono veramente pericolose e fastidiose e nessuno le controlla e non c'è una regolamentazion e di legge. Si quarda la paglia e non si guarda il travo. Però di anno in anno aumentano i tumori anche nei giovani. Chissà comè che questo non interessa a nessuno?
Citazione
 
 
#4 2011-09-23 08:57
tanto non la fermerete mai, la centrale verrà realizzata con e senza il parere dei caprolatti. Ci sono interessi troppo grossi.
Citazione
 
 
#5 2011-09-23 09:49
finalmente qualcuno che parla chiaro. Speriamo sia veramente così e che un domani non saremo costretti a manifestare davanti ai cancelli di stelliferi o del comune
Citazione
 
 
#6 2011-09-23 10:28
eppure ci sono importanti esperti secondo i quali tutte le centrali sono pericolose perchè le molecole che escono dal camino non sono state ancora ben studiate. Io non sono né a favore né contro. Vorrei solo saperne di più e avere garanzie. Tutti dicono che oggi la tecnologia permette quasi il totale abbattimento delle polveri sottili, e allora perché tanto rumore per bloccare le centrale a carbone di civitavecchia?
Se esistono questi filtri miracolosi, perché nessuno la vuole?
Non sarà che per gli interessi personali si finisce col dire le cose banali e nascondere quelle importanti?
La questione deve essere affrontata con onestà dalla ditta stelliferi, da sorgenia, dalla provincia, dalla ausl, dalla regione e soprattutto dal comune.
Citazione
 
 
#7 2011-09-23 16:10
dopo aver letto tutti i commenti sui favorevoli e contrari invito tutti a leggere un articolo semplicemente cliccando sotto. http://www.ilcambiamento.it/energie_alternative/e_cat_fusione_fredda_arrivo_mercato_2012.html
dopo la lettura capirete, l'era dell'atomo stà finendo è finalmente in arrivo l'era del neutrino se ..............
Citazione
 
 
#8 2011-09-23 16:54
carlo noi stiamo in italia non stiamo sulla luna. Prima che commercializzan o questa invenzione ci devono vendere tutta la roba vecchia che hanno nei magazzini, stufe, scaldini, condizionatori, corrente, centrali a biomasse, pellet, gasolio, kerosene ecc. per fare arricchire l'enel e tutti quelli che vendono energia e forse tra una cinquantina d'anni usciranno con il catalizzatore di rossi che nel frattempo sarà invecchiato.
Citazione
 
 
#9 2011-09-23 19:46
Molto si è discusso, molto ancora se ne discuterà, in merito alla Centrale a Biomassa della potenza di 999 KWel che dovrebbe insediarsi presso lo Stabilimento Stelliferi Itavex. Credo sia opportuno, anche a vantaggio di ogni futuro scambio di opinioni e confronto tra le diverse posizioni, scansare il campo da due grossi equivoci.
Per prima cosa deve essere chiaro che la posizione di contrarietà alla realizzazione di questo tipo di impianto presa dal nostro Gruppo di Minoranza non è assolutamente una scelta fatta per avversare in qualche modo la Stelliferi Itavex. In 10 anni di Governo di Caprarola non abbiamo mai preso una decisione che potesse penalizzare una Società, un'Impresa che tanto ha fatto, e tanto siamo sicuri continuerà a fare, per Caprarola e non vediamo perché dovremmo cominciare proprio ora. E' nella nostra formazione, nel DNA dei partiti ai quali apparteniamo, nell'idea di società e di economia che abbiamo, cercare di operare affinché le Imprese possano sempre crescere, incrementare l'occupazione e produrre ricchezza.Ma la stessa nostra formazione, lo stesso nostro modo amministrare la Cosa Pubblica, ci ha sempre spinto, in occasioni come queste, a far conciliare l'interesse privato con quello pubblico: se poi questa sintesi purtroppo diventa impossibile allora l'interesse pubblico deve per forza avere la precedenza su quello privato. Perché quando si è amministratori di un Ente Locale come un Comune, di maggioranza o di minoranza che sia poco importa, questa dovrebbe essere la prassi. Ebbene, proprio questa nostra “linea guida”,
Citazione
 
 
#10 2011-09-23 19:48
dopo i numerosi incontri avuti con la Sorgenya Energy quando eravamo in Maggioranza, successivi anche alla registrazione del video riportato sopra, dopo tutte le informazioni che abbiamo raccolto a 360 gradi in questi mesi, dopo che i dubbi su questo tipo di impianto e sulla sostenibilità dello stesso per il nostro territorio sono aumentati invece che diminuire, basti dire che di questo Impianto ci sono addirittura tre progetti diversi che ballano in Comune, in Provincia e in Sala Consigliare per la dimostrazione pubblica, ha fatto pendere la bilancia della nostra decisione sul NO: a tutt'oggi secondo noi se è vero che questa tipologia di produzione di energia potrebbe essere un vantaggio per la Stelliferi Itavex purtroppo lo stesso non si può dire per tutto il resto della popolazione di Caprarola che non ne trarrebbe nessun vantaggio accollandosene invece tutti gli svantaggi. Nel dettaglio le argomentazioni di queste nostre convinzioni sono state ben esposte nella mozione presentata in Consiglio Comunale dal nostro Gruppo di Minoranza e respinta dal Sindaco Stelliferi e dalla sua Maggioranza.Il secondo equivoco invece credo proprio lo si possa chiarire rispondendo ad una domanda che su questo argomento sta ricorrendo spesso: Perché allora quando il Sindaco Cuzzoli ed i suoi potevano fare qualcosa non hanno fatto niente?
Citazione
 
 
#11 2011-09-23 19:49
Un domanda tanto legittima, se fatta in buonafede da chi non conosce tutta la vicenda perché chi conosce veramente la storia e se la pone lo stesso dovrebbe soltanto vergognarsi, quanto chiara e semplice è la risposta. Fino alle ultime Elezioni Comunali, fino a quando siamo stati in Maggioranza, abbiamo usato tutti gli strumenti a disposizione di chi è in Maggioranza prima per prendere visione del progetto, per informasi sulla materia che è davvero molto complessa, poi per incontrare la Sorgenya affinché ci togliesse i dubbi che cominciavano a sorgerci sulla sostenibilità di tale impianto da parte del territorio di Caprarola, della sua popolazione, della sua vocazione agricola e turistica, ed infine per sollevare tutte le nostre perplessità all'Ente deputato al rilascio dell'autorizzazione per la realizzazione di impianti a biomassa e cioè la Provincia di Viterbo. Poi ci sono state le Elezioni, è cambiata la Maggioranza e quello che ci ha subito allarmato è stato il fatto che il Sindaco Stelliferi e la sua Maggioranza hanno subito detto SI all'Impianto senza se e senza ma.
Citazione
 
 
#12 2011-09-23 19:51
Quello che poi più ci ha sconcertato, e che dovrebbe far riflettere tutti, è stato il comportamento del Sindaco Stelliferi che ha affermato, in Consiglio Comunale e sul giornaletto “Il Comune Informa”, che ormai l'iter per il rilascio dell'autorizzazione alla costruzione dell'Impianto a Biomassa è ormai concluso e che lui e la sua Maggioranza non possono farci più nulla: non è così perché proprio grazie alle iniziative messe in atto dall'Amministrazione Comunale quando Sindaco era Cuzzoli la Conferenza dei Servizi in Provincia non si è mai chiusa e a tutt'oggi non è stata ancora rilasciata nessuna autorizzazione proprio perché i dubbi da noi in precedenza e successivamente rappresentati alla Provincia hanno bloccato l'iter. Ora in Maggioranza non ci siamo più noi e quindi spetterebbe al Sindaco Stelliferi e ai suoi proseguire su questa strada...oppure non farlo perché invece sono favorevoli a questo Impianto, è legittimo che possano pensarla diversamente da noi, ma senza però scaricare le responsabilità su chi c'era prima.
Noi comunque, con gli strumenti che ora ci sono concessi, quelli della Minoranza, continueremo lungo la strada della coerenza, con mozioni, richieste di regolamenti e dibattiti pubblici.
Citazione
 
 
#13 2011-09-23 20:00
Ringraziamo Alessandro Pontuale per il suo chiaro e dettagliato intervento.
Ci auguriamo che questo ed altri interventi possano contribuire a capire meglio tutto il progetto.
Grazie
Citazione
 
 
#14 2011-09-23 22:18
mi piace come admin gestisce il blog ma questo articolo mi sembra un pò di parte.
O mi sbaglio?
Dire a priori che la centrale è innocua mi sembra un pò affrettato.
Citazione
 
 
#15 2011-09-24 08:32
Caro nik, post 14, prima di aprire questo dibattito abbiamo voluto capire un pò meglio come funziona una centrale a biomasse, in particolare questa. Da quanto viene dichiarato, anche secondo gli esperti che si sono pronunciati in altre regioni, non è un pericolo né per l'ambiente né per le persone ma è una opportunità.
Certo che se una volta avviata non vengono effettuati i controlli, non vengono abbattuti i residui o, come successo a Pavia, la centrale viene riconvertita allora è ovvio che tutto ha un significato diverso. Visto che la legge impone certi parametri per la tutela delle persone, non mi preoccuperei più di tanto. Ciò che a me personalmente dispiacerebbe è vedere una ciminiera che butta in aria nuvole di fumi e che questi fumi siano maleodoranti.
A mio avviso, il problema non è la centrale della Sorgenia o di Stellieri & Itavex, ma è che non ci abbia pensato prima l'amministrazione pubblica per abbattere i costi dello stesso Comune e portare risparmio a favore della comunità, e non soltanto attraverso una centrale a biomasse.
Tutti i costi dell'energia elettrica per riscaldamento e condizionamento delle strutture pubbliche, ad esempio uffici, scuola, impianto idraulico pubblico ecc, potrebbero essere alimentati con fonti rinnovabili a cominciare dagli impianti fotovoltaici. Ma, visto che chi paga è sempre Pantalone, di questo non ci preoccupiamo mai. Poi però, ci lamentiamo dei tagli agli enti locali e all'aumento delle tasse. Un buon amministratore dovrebbe pensarci.
Citazione
 
 
#16 2011-09-24 09:14
ncora che ve trastullate con le chiacchiere?
anche se la centrale fosse inquinante e puzzolente, verrà costruita lo stesso perché in gioco ci sono soldi e potere.
Se stelliferi la vuole costruire, alla fine la costruirà perchè ha tutti i mezzi economici e politici per farlo.
Ricordateve che fino a qualche mese fa non se ne sapeva niente, tutti zitti zitti pe non fallo sapé in giro. Mo pontuale se ne esce che secondo lui non va bene. Se secondo lui la centrale era a vantaggio de uno e tutti gli altri se prendevano il peggio, perché non è s'è dichiarato contro subito mobilitando un comitato cittadini? me sa che anche stavolta se fa a rimbalso e li caprolatti faranno la fine del cerasaro.
Però, se proprio dobbiamo prenderlo in quel posto, almeno ce trastullamo con le cerase. Se ce piace così...
Citazione
 
 
#17 2011-09-24 13:14
x realista,dalle tue parole e' chiaro che o non hai letto quanto sopra scritto da Pontuale oppure non riesci a capire l'italiano.
Citazione
 
 
#18 2011-09-24 14:20
per xxx, capisco l'italiano e capisco anche quello che non si dice, perché quando pontuale aveva ricevuto il famoso progetto per la centrale poteva fallo sapé a tutta caprarola che c'era questo problema. la vecchia amministrazione se ne è ben guardata. ricorda che gli amministratori caprolatti che hanno pensato di comandare sono stati sempre mandati a casa. E' successo a tommaso e è successo a cuzzoli. Chi comanda è la cittadinanza, e la cittadinanza deve essere sempre informata delle cose importanti come la costruzione di una centrale che potrebbe, dico potrebbe, essere pericolosa.
State facendo il giochetto dei soliti politici furbetti, nessuno ha colpe e la responsabilità è sempre dell'altro così noi non sappiamo chi dice la verità. Se avete le palle per dire le cose come stanno, pubblicate un giornaletto e scriveteci le cose vere, e se qualcuno dice il contrario denunciatelo così noi sappiamo una volta per tutti chi è serio e chi è un quaquaraquà. Se la centrale non inquina è meglio per tutti, se inquina qualcuno deve avere le palle per dirlo e dimostrarlo.
Citazione
 
 
#19 2011-09-25 19:13
I piccoli impianti a biomasse sono ormai diffusi in tutta Italia e sono incentivati con tariffe di favore perchè devono farci raggiungere gli obiettivi di autoproduzione energetica fissati dall'Unione europea al 2020. Le tecnologie sono talmente sperimentate ed avanzate che non possono causare danni a nessuno ma solo vantaggi ai coltivatori che possono vendere i residui delle coltivazioni invece di bruciarli e ai cittadini che hanno una fonte energetica a portata di mano e rinnovabile invece di bruciare gas o petrolio inquinanti. Le fonti informative migliori sono quelle scientifiche e i cittadini che già hanno gli impianti,molti de iquali in Toscana Umbria e in altre regioni.
Citazione
 
 
#20 2011-09-25 23:36
http://ec.europa.eu/energy/renewables/transparency_platform/doc/2010_report/com_2010_0011_3_report.pdf

Il rapporto contenente le linee guida della Commissione Europea sull'energia da biomasse (purtroppo solo in inglese).

Tale rapporto è corredato da una dichiarazione di Günther Oettinger, commissario responsabile per l'energia: “La biomassa è una delle risorse più importanti per raggiungere i nostri obiettivi nelle energie rinnovabili. Contribuisce già a più della metà del consumo di energia verde nell’Unione europea, fornendo una risorsa pulita, sicura e competitiva”.
Citazione
 
 
#21 2011-09-26 08:46
Bel dibattito.
Visto che sono intervenute persone ben informate, avrei delle domande da fare:
quali sono gli svantaggi per la popolazione di Caprarola derivanti dalla realizzazione della centrale?
Solo io noto delle contraddizioni fra quello che Pontuale dice nell'intervista e quello che scrive dopo?
"Non siamo contrari" ... "qualche piccola imperfezione"
Citazione
 
 
#22 2011-09-26 09:33
per realista, palle o non palle pontuale si è esposto in prima con l'intervista e adesso dicendo la sua, Gli altri che fine anno fatto? E la maggioranza dov'è? Hanno paura anche loro oanche loro sono senza palle?
Citazione
 
 
#23 2011-09-26 18:03
Quello che ho potuto capire di questa vicenda non mi piace. Spero che i caprolatti si sveglino perchè questa storia sappiamo come comincia ma non sappiamo come andrà a finire.
La mia esperienza mi dice che le promesse che ci fanno ora con i volantini contano molto meno degli interessi che verranno, e gli interessi contano molto di più della salute.
Caprarola è già un paese a rischio salute con la pluriraccolta delle nocciole, con i diserbanti e con i vari trattamenti.
Per adesso ci siamo giocati il lago, ora vediamo di non giocarci il paese.
Citazione
 
 
#24 2011-09-26 21:12
http://youtu.be/MDDEuLz97rU
Citazione
 
 
#25 2011-09-26 23:08
Beppe Grillo è un coglione, parla di tutto senza nessuna base scientifica. Finirà arso vivo come Savonarola, suo antenato agitatore delle masse. A sto punto preferisco quasi l'intervento di Pontuale.
Citazione
 
 
#26 2011-09-27 15:29
"ai cittadini che hanno una fonte energetica a portata di mano e rinnovabile" Marcello ma di che parli? Beato a te!!!
L'energia prodotta non sarà per i cittadini sarà solo per Cinolo. Per noi ci saranno i residui della combustione solidi e gassosi, il rumore dei trituratori e di tutti i mezzi che andranno a portare frasche munnezza e porcherie varie passando per le nostre strade.
Citazione
 
 
#27 2011-09-27 16:55
io direi di bloccare anche tutte le caldaie dei privati che bruciano tutto l'anno senza filtri e senza controlli e che vanno avanti e indietro con i loro carrelli e rimorchi per le strade del paese,
Citazione
 
 
#28 2011-09-27 17:52
hai ragione sashia, però se vai a di a quei caprolatti che sono contro la centrale di mettere i filtri alle loro caldaie, va a finire che sono più contenti di tenersi la centrale e le caldaie senza filtri e anche la polvere delle macchine, che alla fine è il problema più grosso che abbiamo a caprarola. ma ci stanno anche i trattamenti per le nocchie e per i castagni, ci sono diserbanti e pesticidi, l'alga rossa nel lago. Io non riesco a capire perché se ne fregano tutti. Quando s'ammala un altro giovane tutti dicono che si deve cambiare, che non si può andare avanti così. Passata una settimana fanno tutti orecchie da mercante. Siete propio sicuri che tutti sti tumori che girano non c'entrano niente con tutti i veleni che si buttano? Mesà che in città stanno meio.
Citazione
 
 
#29 2011-09-28 09:28
Bel modo di ragionare. Visto che c'è chi inquina continuiamo a farlo anche di più. Visto che ci sono le caldaie mettiamo la centrale, almeno domani si potrà dire "visto che cinolo l'ha fatta la fa anche venanzio o bionocciola ecc. ecc". Tra le tante stronzate scritte sull'opuscolo della itavex ce n'è una che dice che una caldaia a gusci consuma in media 70Kg/h di combustibile. Me ne trovate una, ripeto una, in tutta la provincia che consuma tutti quei gusci e che quindi produce tutte quelle immissioni?
Fanno riferimento alle frasche che si bruciano nei campi ma quello succede un giorno, anzi 1 ora in ogni anno (per ogni proprietario), la centrale brucia 24h su 24 per 365 giorni all'anno i residue di quasi un'intera regione concentrando tale fenomeno in 420 m2 (a ridosso dei un centro abitato (il nostro), come si fa a fare certi paragoni?
Come si fa a dire che i veicoli diminuiranno a causa dei gusci usati dalla centrale? La gente usa sempre gli stessi, fa sempre gli stessi viaggi, si scalda allo stesso modo.
Queste sono solo alcune baggianate, leggete l'opuscolo almeno vi renderete conto.
Citazione
 
 
#30 2011-09-28 10:36
bravo deluso hai centrato
Citazione
 
 
#31 2011-09-28 12:19
deluso, l'opuscolo dice che una caldaia da 300.000 calorie consuma circa 70-75 Kg/h, facendo una semplice proporzione ci puoi dire quanti kg di gusci ogni ora brucia la tua, che sicuramente sarà dotata di tutti i filtri necessari per legge.......vero eh?
Citazione
 
 
#32 2011-09-28 23:40
scusate, ma a caprarola c'è qualcuno che riscalda casa con una caldaia da 300.000 calorie? E che è un girarrosto?
Al massimo saranno 30.000.
Citazione
 
 
#33 2011-09-28 23:41
la mia è di circa 20.000 e con una balla faccio 24 ore per scaldare una casa di circa 130 metri.
Citazione
 
 
#34 2011-09-29 08:04
una caldaia da 30.000 calorie brucia 7-7,5 Kg/h di gusci, da 20.000 calorie, brucia 4.66 - 5 Kg/h e così via,
Citazione
 
 
#35 2011-09-29 09:30
Sashia per favore mi dici chi a Caprarola o qui intorno usa una caldaia da 300k calorie? Da quello che scrive Itavex qui immettiamo tutti nell'aria 2.300 mc/h di fumi. Questo risulta anche a te x caso? Io ne immetto dieci volte di meno come TUTTI i Caprolatti che usano i gusci e forse si dovrebbe fare un'informazione precisa e corretta senza portare esempi del cavolo, se è per questo esistono caldaie che consumano pure di più ma non serve usarle come esempio per giustificare un'opera come il gassificatore perchè qui in zona non ce ne sono. Ma forse se itavex avesse usato il parametro giusto che è quello che avete scritto sopra, sarebbe risultato ridicolo agli occhi di tutti (come lo è in effetti) invece mettere il valore di una 300k calorie ha un bell'impatto agli occhi di chi legge. Lo stesso è per l'esempio delle frasche bruciate e i trasporti: esempi del cavolo solo per giustificare qualcosa di scorretto.
E poi ripeto che è sbagliato dire se tu inquini possono farlo anche gli altri, forse sarebbe più giusto dire da oggi si regolamenta il settore. Visto che mi hai messo il punto interrogativo rispondo alla tua domanda: quando ho istallato la mia caldaia 15 anni fa mi è stata rilasciata una regolare dichiarazione di conformità del produttore e il certificato dell'istallatore che ho presentato in comune x ricevere l'abitabilità, concessa dopo dieci giorni.
Citazione
 
 
#36 2011-09-29 13:45
per deluso, rapportando il problema della conformità della tua caldaia, a quindi anni fa, è comprensibile che la tua non sia più conforme. Con le auto è la stessa cosa. A che euro eravamo quindici anni fa? Oggi per rispettare l'ambiente, dicono così perché se dicono che è per tutelare la salute delle persone la gente potrebbe spaventarsi, siamo arrivato ad euro 6, se non sbaglio. Perchè la legge vale per i fumi delle macchine e non per quelli delle caldaie? La legge e le precauzioni vanno rispettate dai cittadini e da stellliferi.
Citazione
 
 
#37 2011-09-29 15:19
Il nuovo sindaco NON PUO' opporsi alla realizzazione della centrale, e vuole far ricadere la colpa sulla vecchia amministrazione . La vecchia amministrazione vuole che, se la centrale si fà, il sindaco se ne assuma le responsabilità.
Su internet ci sono tanti articoli che inneggiano le centrali a biomasse come ottima soluzione per la produzione di energia alternativa, ma altrettanti che spiegano come le centrali a biomasse convengano solo fino a che ci sono gli incentivi statali, e che sono piuttosto nocive, provocando a chi è nelle vicinanze gravi malattie, come tumori, come spiega anche Beppe Grillo nell'intervento citato in precedenza da io.
L'unica cosa certa è che l'unico a beneficiare della costruzione della centrale è Stelliferi.
Allora perchè non cercare di limitare i danni che potrebbe arrecare questa centrale costruendola lontano dai centri abitati? Perchè deve essere per forza realizzata dentro lo stabilimento di Stelliferi? Perchè pochi hanno avuto il coraggio di firmare la petizione popolare che imponeva la costruzione della centrale a 4 km dai centri abitati?
Citazione
 
 
#38 2011-09-29 17:08
Ugo, tu hai sollevato un altro problema che purtroppo sta diventando sempre più evidente nella nostra comunità. Io ho firmato quella petizione di cui parli ma moltisima gente si è rifiutata per i più diparati motivi che hanno tutti come nocciolo La Paura. Qualcuno diceva "ma mio figlio è amico di quello", Mio cugino lavora lì", "mio fratello è amico di Pompeo", "io gli do le nocchie", "noi siamo nella cooperativa".... ecc. ecc.
Vi rendete conto cosa vuol dire questo? Dove siamo arrivati?
Bene, continuiamo ad essere omertosi, prima ci imponeva soltanto il prezzo delle nocchie e quello dei gusci, ora invece decide pure le sorti di un intero paese e quello che è deprimente è che c'è pure chi gli da ragione.
Citazione
 
 
#39 2011-09-29 17:57
quindi dieci caldaie da 30.000 calorie immettono nell'aria gli stessi fumi di una caldaia da 300.000 calorie, e credo che a Caprarola ci siano più di 10 caldaie,
sono d'accordo con Gino tutti devono rispettare la legge, piccoli, piccolissimi, grandi e grandissimi
Citazione
 
 
#40 2011-09-29 20:36
io so sempre della stessa convinzione, e cioè che se la centrale non si deve fare perché è pericolosa, anche se i pezzi di carta dicono il contrario, allora anche le macchine delle nocchie so pericolose e fuori legge. So fuori legge anche le caldaie a gusci dei privati, so fuori legge i trattori che non hanno nessun filtro al tubo di scappamento, so fuori legge quelli che lavano la botte del diserbante mmezzo al lago, so fuori legge quelli che vanno a spinose o mettono li lacci, so fuori legge certi artigiani che buttano rifiuti pericolosi nei cassonetti, so fuorilegge quelli che scaricano la fogna in mezzo al nocchieto, so fuori legge quelli che costruiscono o llargano casa abusivamente, so fuori legge quelli che affittano senza contratto, so fori legge quelli che non fanno la fattura o lo scontrino.
Famme un pò pensà! Ma allora quanti ce so che se sarvono?
Le nostre capocce non se possono girà sempre da una parte. Prima de condannà l'antri guardamece noi.
Citazione
 
 
#41 2011-09-29 21:24
Per Ugo del post 37. Senza entrare nel merito della pericolosità o meno della centrale ti chiedo: quando sostieni "Allora perchè non cercare di limitare i danni che potrebbe arrecare questa centrale costruendola lontano dai centri abitati?", hai considerato che quella dove verrebbe installata E' LA ZONA INDUSTRIALE DI CAPRAROLA ? Dove pretendi che venga costruita nelle zone agricole ?
Citazione
 
 
#42 2011-09-30 06:45
ma se inquina inquina, anche se la metti a cento chilometri.
Che facemo come li struzzi?
Citazione
 
 
#43 2011-09-30 08:42
Caprolatto doc, permettimi di farti una piccola osservazione, a Caprarola secondo la mia ignoranza la zona industriale dovrebbe essere realizzata tra il laghetto e i cigni. Quella che menzioni tu è solo una zona agricola che è stata variata in zona industriale per giustificare le infrastrutture che erano già presenti Stelliferi e Pulcinelli, al di la della rete è zona agricola. Di sicuro faranno qualche altro magheggio per sanare il megavillone abusivo costruito sotto la croce fidele.
Come vedi bisogna sempre stare attenti a fare delle concessioni perchè poi vengono presi come precedenti per realizzare altri abusi. Se 20 anni fa invece di dichiarare quelle particelle come zona indistriale avessero detto a cinolo vattene verso le prata o su san rocco, adesso non staremmo a discutere di una centrale a munnezza da istallare sotto al centro abitato.
Citazione
 
 
#44 2011-09-30 10:53
eppure Cuzzoli, Pontuale & co avevano chiesto di partecipare agli utili della centrale, se erano così dubbiosi come dice Pontuale come mai avevano fatto questa richiesta? svendevano la salute dei cittadini per due soldi?
Citazione
 
 
#45 2011-09-30 10:55
insomma, inquina o non inquina?
Se inquina non si deve fare, punto e basta.
Se non inquina la possono fa pure li lo cantinò.
Citazione
 
 
#46 2011-09-30 11:59
Caro deluso del post 43, Caprolatto doc ha ragione e tu non conosci il Piano Regolatore di Caprarola. IL PRG attualmente in vigore fu approvato il 1977 ed in esso la zona industriale è prevista esattamente nella "spianata de Sor Annibale" ossia dove si trova Stelliferi-Itavex. In pratica è esattamente il contrario di ciò che tu sostieni. Quella non è una zona agricola adattata a zona industriale per Stelliferi ma Stelliferi ed ITAVEX come anche Il Consorzio Agrario e PENSO (ma non sono sicuro) anche Pulcinelli Romeo, hanno realizzato le loro strutture esattamente dove dovevano essere realizzate secondo il PRG. La zona industriale-artigianale a cui tu fai riferimento invece, quella vicino ai Cigni, ancora non esiste in quanto è quella che Cuzzoli ha previsto nel nuovo PRG che non è ancora in vigore e che, comunque, non cancella la zona industriale che esiste già oltre 30 anni.
Citazione
 
 
#47 2011-09-30 14:49
compliemnti a cuzzoli che ha previsto la zona artigiana di fronte alla riserva del lago e sulla cimina dove passano migliaia di macchine al giorno così si potranno vedere uno spettacolo di capannoni e brutture varie. Ho sentito dire che li ci faranno anche una raccolta differenziata di rifiuti. Complimenti per il bel bigliettino da visita. Per fortuna ce lo siamo tolti dalle scatole, lui e tutta la giunta cuzzoli.
Speriamo che stelliferi faccia qualcosa sennò per caprarola non ci sarà speranza.
Citazione
 
 
#48 2011-09-30 17:29
Cittadino informato, ma informato de che? Tu vuoi dare a intendere che a Caprarola esiste una zona industriale di soli 2 ettari e che se la sono accaparrata i primi arrivati? (ben 3 industrie?) ma lo sai che cosa significa zona industriale? Quando è sorto il primo blocco di cemento prefabbricato della Stelliferi (forse 40 anni fa) la zona industriale non si sapeva nemmeno cosa fosse, quelli avevano i terreni li e ci hanno stabilito la loro attività, poi è stata sanata e resa quello che effettivamente era. Secondo te tutti i proprietari dei terreni intorno e lungo la spianata sono tutti deficenti che li tengono come agricoli? Ma informati per bene e poi firmati come informato. A Caprarola una zona industriale non c'è, quelle a S.Valentino sono solo 3 attività industriali e resteranno soltanto quelle (a meno che la giunta attuale non modifichi tutto bloccando per altri 15 anni il piano regolatore)
Citazione
 
 
#49 2011-09-30 17:58
Caro Deluso, fossi in te prima di scrivere mi informerei meglio perchè nei tuoi interventi l'ignoranza regna sovrana.
Cittadino informato è informato veramente, al contrario di te che nei tuoi post scrivi grosse inesattezze nonchè affermazioni denigratorie e prive di verità, non ultima quella sulla zona industriale.
Tale zona esiste nel vecchio piano regolatore ed è stata confermata anche nel nuovo presentato pochi mesi or sono.
Forse sarebbe bene che quando si scrive delle affermazioni che, per quanto anonime, rimangono scritte su un blog e possono essere lette da tutti, si avesse la cognizione di causa di quello che si sta scrivendo, altrimenti invece di discutere su Caprarola.com andiamo a discutere sul blog de "La sai l'ultima" ...
Citazione
 
 
#50 2011-10-01 09:04
Allora scusate. Io non conosco il PRG e sono ignorante in materia. So per certo che un comune quando pianifica una zona industriale o artigianale o residenziale individua la zona, presenta poi una variante al prg, acquisisce i terreni comprandoli o espropriandoli, comincia a realizzarci i servizi essenziali come strade, fogne, illuminazione ecc; poi crea i vari lotti e li assegna in base alle varie esigenze e richieste degli aventi diritto. Io scrivo delle inesattezze ma voi avede scritto che quella è zona industriale dal 1977 cioè da ben 34 anni. Comunque confermo quello che ho scritto e che le tre attività menzionate si trovano in una zona industriale ma che oltre la rete è zona agricola attualmente.
Citazione
 
 
#51 2011-10-02 17:11
Autorizzazione degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili

La definizione di fonte rinnovabile è contenuta nell’art. 2 del D.Lgs. n. 387 del 2003. E’ rinnovabile la fonte energetica eolica, solare, geotermica, del moto ondoso, maremotrice e idraulica. Sono altresì considerate fonti rinnovabili le biomasse, i gas di discarica, i gas residuati dai processi di depurazione ed il biogas.

La disciplina autorizzativa degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili è contenuta nell’art. 12 del D.Lgs. n. 387 del 2003.
Ai fini dell’autorizzaz ione degli impianti l’Amministrazio ne competente è individuata in base alla fonte rinnovabile utilizzata ed alla potenza dell’impianto.

La competenza è comunale se gli impianti hanno potenza installata inferiore alle soglie sotto riportate:
Fotovoltaico: 20 kW
Eolico: 60 kW
Idroelettrico: 100 kW
Biomasse: 200 kW
Biogas: 250 kW
La competenza è comunale per gli impianti con potenza installata pari o superiori alle soglie sopraindicate se non servono autorizzazioni di altre amministrazioni . (esempi: Valutazione di Impatto Ambientale, concessione di derivazioni d’acqua…).
Adesso voglio sapere una cosa, se l’autorizzazion e la da il Comune , e credo che Stelliferi se costruisce una centrale , lo fa con autorizzazione, chi lo ha autorizzato Cuzzoli o Stelliferi Eugenio? Rispondete se potete.
Citazione
 
 
#52 2011-10-03 08:52
L'autorizzazione la da la Provincia, perlomeno questo si evince dall'intervista a Pontuale
A meno che dopo l'intervista sia cambiato anche questo ...
Per Deluso, confermo quello che ho scritto in toto.
Per la precisione quella zona è industriale dal 1978, data di approvazione del vecchio piano regolatore.
Sorvoliamo sui discorsi di urbanistica da te enunciati ...
Citazione
 
 
#53 2011-10-03 10:28
Mi sembra che l'arte di strumentalizzar e la conoscete bene tutti, per la maggior parte della popolazione il problema non è inquinamento si ed inquinamento no, il problema è pro o contro Stelliferi.

Io faccio una sola domanda a tutti i cittadini di caprarola : come mai, dopo aver usato quantità ingenti di disserbante e antiparassitari etc etc, avete raccolto le nocciole nonostante le condizioni ambientali (polvere e aria secca) non fossero adeguate? Poi ne accompagneremo giù un altro dicendo: "porello quanto era giovene". Pulendoci la coscenza con l' attacco alle biomasse !!!
Citazione
 
 
#54 2011-10-03 11:35
Pasquino, come cittadino di Caprarola rispondo alla domanda che mi hai rivolto. Io non ho mai usato prodotti antiparassitari e/o diserbanti. Non ho raccolto le nocciole ma mi sono subito la polvere di chi le ha raccolte. Sono contrario alla centrale a biomassa ma ammiro la ditta Stelliferi per le sue attività economiche. Ho sentito dire che forse per gli anni a venire si dovrebbero regolamentare l'uso di sostanze velenose e quello della raccolta in caso di polvere, ben vengano, non dimentichiamoci che l'economia di Caprarola si basa sull'agricoltura. Cerchiamo di migliorare quello che abbiamo e che già c'è senza concedere autorizzazioni a cose e attività che (anche) potrebbero aggravare la situazione.
Citazione
 
 
#55 2011-10-03 11:44
Caro pasquino , sono pienamente d’accordo con te. Quando si trattava di dare diserbanti nocivi alla salute dei cittadini, però gli facevano guadagnare bei soldini allora era tutto a posto. Adesso ci si attacca ad una centrale a biomasse .che visti i controlli che ci stanno in Italia è sicura.
Ma io vorrei sapere quante persone hanno firmato per la costituzione del comitato contrario alla costruzione? Chi è il promotore di questo Comitato?
O questo comitato, non è che una scusa per una strumentalizzaz ione politica ?
Citazione
 
 
#56 2011-10-03 15:48
Evviva Caprarola,evviv a la nocciola,evviva i prezzi buoni, evviva la grande quantità di prodotto,evviva anche alle polveri -che in fin dei conti
non è vero che fanno poi tanto male-, evviva questi governi (di tutti gli schieramenti politici) che non ci controllano,evv iva le leggi attuali,ma soprattutto un GRANDE EVVIVA per chi non ci guarda quanto guadagniamo.Grazie di cuore.

Disoccupazione, precarietà,mano vre economiche,aume nto costo della vita,
problematiche varie del vivere......
"e che vor dì..."!!!...
Noi ciavemo le nocchie e "svernano...",
voi fate quello che ve pare,basta che "nun ce rompete i co....oni".
Citazione
 
 
#57 2011-10-05 11:43
E va bene .. la faremo fare a Ronciglione
quasi sul confine con voi e sottovento..
Qualcuno di voi pensa che i Ronciglionesi
si opporrebbero?

Un saluto con affetto
Citazione
 
 
#58 2011-10-06 13:23
Qualcuno ha scritto qualche tempo fà: convertite i nocchieti con pannelli solari,grande guadagno e l'ambiente ringrazia.
Citazione
 
 
#59 2011-10-06 14:40
pus, prova ad immaginare tutto il territorio di caprarola che adesso è verde, fresco, ossigenato. Prova ad immaginarlo completamente desertificato e coperto dai pannelli solari. Invece di un deserto di di sabbia avresti un deserto coperto di specchi. No, dobbiamo eliminare l'inquinamento di ogni tipo e tenerci un territorio verde, pulito, fresco, ossigenato dagli alberi.
Citazione
 
 
#60 2011-10-06 18:46
Peggio,son d'accordo con te,bisogna eliminare l'inquinamento di ogni tipo,come tu dici, e tenerci un territorio sempre più verde e pulito,dove poter vivere tutti un po meglio e in salute.Per avere tutto ciò serve l'impegno di tutti gli agricoltori
ad essere attenti e scegliere prodotti non dannosi per la salute della popolazione.Io aggiungerei anche di non essere lagnosi e petulanti in certe annate meno grasse della presente e considerare che c'è gente che sela passa veramente,ma veramente male.
Citazione
 
 
#61 2011-10-06 20:34
non condivido, gli agricoltori si devono solo adeguare. E' la politica che deve tutelare il territorio ed i suoi abitanti.
A vignanello sono proibiti i trattamenti aerei alle nocciole e alle castagne. O ti adegui o vieni multato.
Perché non è possibile fare lo stesso in altri comuni come il nostro?
Citazione
 
 
#62 2011-10-06 22:38
I primi di settembre c'è stata una conferenza in Comune dove si sono delineate delle norme x l'uso di concimi e pesticidi all'interno della valle. E' ben illustrata sul sito del Comune di Caprarola. Mi auguro che sia l'inizio di una serie di regole che servono a quegli agricoltori come WWW che si sentono non controllati.
Chi ha terreni sulla valle e' bene che la legga, forse evitera' brutte sorprese la prossima primavera
Citazione
 
 
#63 2011-10-07 18:53
Caro "no veleni e centrali",ti premetto che non sono un agricoltore,non ho nulla contro di loro,solo chiedo che rispettino le leggi e che facciano il minor danno possibile all'ambiente e a noi che respiriamo e siamo danneggiati dal loro prodotti. E' critico nei loro confronti il mio post 56. Personalmente son contento per loro quando il prezzo è buono- come quello di quest'anno-,però vorrei,come cittadino italiano,che sui
soldi che guadagnano,lo Stato gli ci facesse pagare le TASSE come d'altronde le pagano tutti gli altri cittadini. Questo veramente è quello che mi da enormemente fastidio!!!!
Ma la colpa non è loro,è di questo Governo e di quelli precedenti che non vogliono vedere,non vogliono sentire e di questo argomento non vogliono parlare!!!
Citazione
 
 
#64 2011-10-07 21:31
Scusami WWW ho interpretato male il tuo primo post, specialmente l'ultima frase e' molto provocatoria.
Pero' forse come vedi qualcosa si muove nel verso giusto, e' poco ma basta iniziare.
Citazione
 
 
#65 2011-10-09 18:56
Mi domando perchè nel 2011, in presenza di studi effettuati per non inquinare, ancora vengono fuori con centrali obsolete.
Conoscete i magneti?
Se qualcuno è interessato ci sono studi e procedimenti. I siti sono facili da trovare.
I magneti ocosidette calamite, costano poco, non inquinano, una volta istallate hanno basso costo di manutenzione e non inquinano e hanno una durata di 400 anni.
Citazione
 
 
#66 2011-10-09 21:40
Un ringraziamento a tutti gli agricoltori produttori di nocciole che tramite LE COOPERATIVE ASSOFRUTTI ASSOSAIV ITAVEX & STELLIFERI che negli ultimi anni sponsorizzano diversi eventi nel nostro paese!!!!!!Che come dite VOI COLTIIIII!!! STA MORENDO!!!!!
Citazione
 
 
#67 2011-10-10 09:20
e infatti solo un villano come te non capisce che il paese è bello che morto, mezzi negozzi hanno chiuso, quelli rimasti nun fanno una lira e chiuderanno tra non molto. I ragazzi vanno a lavorà fuori o stanno senza lavorà. Guadagnono gli agricoltori che pagano du lire de tasse (quei pochi che le pagano), che vanno a fa spesa fuori caprarola, che vanno all'ipercoop a viterbo, che investono comprando case fuori caprarola che comprano le machine fori caprarola. Sicuramente pure tu compri il telefonino fuori, le scarpe le vai a comprà fuori, e forse pure la benzina compri fuori. Grazie a tutti quelli come te che caprarola more e a quelli amministratori che hanno fatto poche e niente e invece de da l'appalti alle ditte de caprarola l'hanno dati a quelle de fori caprarola così se magna de più e certe cose nun se sanno. Pe fortuna che avemo mannato a casa carnevale, calì, gallinaccio e compari però ce so voluti dieci anni pe capì chi avevamo messo su la comune.
L'unico che ce po aiutà è lo professore. Professò, sarvece tu.
Citazione
 
 
#68 2011-10-10 20:10
Ma comèèèè !!!! che cambia lo Sindacòòòò ma li sponsor so sempre li stesssiii caro colto? anzi + che colto tu si CORTO DE COMPRENDORIOOOO O!!!!!
Citazione
 
 
#69 2011-10-10 20:34
oh proffessò sarvece tu da stà crisi economica, sarvece dalla disoccupaziò,da i mercati finanziari in crisi, da le classi do ce sò troppi fii, dai negozi che chiudono, ma sopratutto sarvece dalla corruzione ! così invece de fà le gare d'appalto li lavori dalli a all'amici tui, che te scrivono pure su lo blog e tutto fà brodo; ma sta' gente ha capito che e' fenita la campagna elettorale!!!!! !!!!!!!!!!!!!!, mo nun ve preoccupate che ce pensa lo professore !!!!! a sarvavve!!!!!!! !!!!
Citazione
 
 
#70 2011-10-11 09:07
e certo voi nun avete fatto niente pe salvacce, avete pensato solo a sarvà amici, amichetti e parenti. Avete fatto che cosa pe la corruzione, pe li negozzi che chiudono e pe la crisi?
E a che serve fa le gare d'appalto come l'ete fatte voi si tanto l'appalto se lo pia chi decidete voi? Meio da un appalto diretto a chi le sa fa le cose e no come avete fatto voi che avete fatto fa le strade al giardiniere.
Citazione
 
 
#71 2011-10-12 13:51
E' proprio vero che "voi" , come dici tu, mesurate sempre co lo metro vostro.!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !
Citazione
 
 
#72 2011-10-12 14:38
e pe fortuna, perchè si lo mesuramomo co lo vostro tanto valeva tenesse carnevale.
Citazione
 
 
#73 2011-10-12 14:40
Mi pare di capire che, il vostro problema non è il bene del paese, ma interessi privati, appoggiati da una o un altra amministrazione comunale. Mi pare che gli interessi privati a Caprarola se li siano fatti tutte le amministrazione che io ricordi dalgi anni 70 in poi, da Bonafede in poi, per chi non se lo ricorda è quello che ha fatto scuole strade etc etc , sono state fatte altre infrastrutture a Caparaola ? Non mi pare, mi pare che tutti e dico tutti sia siano fatti i cazzi propri.
Il senso civico dei nostri concittadini è pari a 0, tanto come diceva una vecchia commedia: " c' ho la fresa e sgasso"
Citazione
 
 
#74 2011-10-12 16:25
pasqui, questo si che è un gran parlare. Ma non lo vogliono capire.
Citazione
 
 
#75 2011-10-12 20:11
Negli anni 70 fiorirono cooperative di costruzione,di allevatori di bestiame,di servizi sociali,oltre al nuovo PRG,lottizzazio ni nuove,oasi naturalistica e poi Riserva Naturale e via via molte altre cose che -caro Pasquino- non ti ricordi più.
Caprarola era invidiata e cresciuta in quegli anni da molti paesi confinanti e non; poi tutto passa nel dimenticatoio ma gli atti restini li nel Comune e chi vuole se li può andare a vedere,se veramente lo vuole fare.
Errori,ci sono stati nessuno lo nega ,ma da questo a dire che da BONAFEDE IN POI NESSUNO A FATTO PIù NIENTE ...CE NE VUOLE !!!
Da quel tempo in poi è vero che è iniziato un lento ed inesorabile declino
con Tommaso (che ha vissuto sugli allori delle precedenti amministrazioni di sinistra) e poi con Carnevale,Cali e Gallinaccio che hanno AFFOSSATO DEFINITIVAMENTE QUESTO PAESE IN TUTTI I SETTORI.
Oggi confidiamo in molti che Stelliferi Eugenio e compani risveglino questo paese e lo portino al posto che gli compete che è quello di uno dei centri più importanti di tutta la Tuscia.
Lasciamoli lavorare e poi - se del caso- li criticheremo.
Citazione
 
 
#76 2011-10-26 15:32
Chiamare muratori improvvisati cooperative edili ce ne vuole , un piano regolatore che ha sviluppato Caprarola nel posto meno adatto, in salita ed al freddo è una gran bella cosa , per non parlare poi di poggio dei cerri che sembra la cina popolare del sud e dei lotti regalati per avere voti (magliano), in Italia questo si chiama clientelismo, a Caprarola no !!! Una riserva naturale in una zona agricola a cultura intensiva , una grande paraculata. Un tempo c'era una florida riserva di caccia , senza cinghiali che devastano noccioleti e castagneti , dove il lago era vivo e non morto come ora, non c'era "gardaland-venanzio". Però con la riserva hanno assunto una decina di persone (altro clientelismo ) alcune con stipendi da paura, a nostre spese ovviamente. Ora non assumono più nemmeno caprolatti e "gardaland-venanzio" diventa sempre più grande, non essendoci più la terra costruiamo dentro l'acqua, e secondo me venanzio ha fatto bene visto l'alto senzo civico dei nostri amministratori. Certo sono stati fatti solo piccoli errori, "ma da questo a dire che da BONAFEDE IN POI NESSUNO A FATTO PIù NIENTE ...CE NE VUOLE !!!"

Sai caro WWW quale è la sottile differenza tra Bonafede e le amministrazione successive ? Bonafede lavorava per il paese e la comunità , quelli arrivati dopo hanno fatto solo i loro interessi privati , ma tanti interessi.

Anche io spero che Stelliferi lavori bene , per me il problema non è partitico, ma di persone.
Citazione
 
 
#77 2011-10-26 19:40
Sulla Centrale a Biomassa

Sul giornalino “IL COMUNE INFORMA” il sindaco Eugenio Stelliferi ha affermato che L’ ITER per il rilascio dell’ autorizzazione per la realizzazione della Centrale a Biomassa presso lo Stabilimento Stelliferi&Itavex si è concluso e che l’ Amministrazione Comunale non può più intervenire in nessun modo e in nessuna sede. Invece riportiamo sotto un documento ufficiale della Provincia di Viterbo che dimostra come il Sindaco Stelliferi non abbia detto la verità con l’intento di scaricare tutte le eventuali responsabilità sulla precedente Amministrazione .
La lettera della Provincia,datat a08/08/2011, indirizzata alla Sorgenia, alla quale viene richiesta ulteriore documentazione e chiarimenti per poter valutare l’accettabilità della richiesta di autorizzazione, è la prova che il Comune di Caprarola può ancora dire la sua sull’opportunit à o meno della realizzazione della Centrale. Questo è quanto avevamo chiesto al Sindaco Stelliferi e alla sua maggioranza durante il Consiglio Comunale del 28/07/2011 ricevendo inspiegabilment e risposta negativa .
Citazione
 
 
#78 2011-11-27 22:47
Elettori TRADITI
BRUCIATORE DI BIOMASSA e di Rifiuti urbani a CAPRAROLA
Dove?
A CAprarola ( Poggio dei Cerri)
Il Sindaco di Caprarola vende la sua Città
A LUI: DENARI EUROPEI
A NOI CAPROLATTI: diossina, polveri sottili e marchio: CAPRAROLA: DISCARICA DEL LAZIO
Effetti: Cancro e perdita valore proprietà
CAPRAROLA - Citta' della MONNEZZA
Appena possibile, i giovani scappano!!!!!
Citazione
 
 
#79 2011-11-28 00:41
Io ho sentito delle voci in giro che parlavano di un'altra centrale a biomassa nella zona di sanrocco ma non volevo e non voglio crederci. Se questi amministratori permettono certe cose andrebbero bruciati insieme alla munnezza dentro le loro centrali.
Bellissimo, una a monte e una a valle, una fatta dal potere economico caprolatto e l'altra dal tanto amato e acclamato nuovo sindaco caprolatto. In mezzo ci siamo noi, i nostri figli e il nostro futuro disposti a metterci a [censored] barzo' pur di risparmiare o guadagnare qualche euro in piu'.
Speriamo che siano solo fandonie...
Citazione
 
 
#80 2012-01-30 17:47
ma questi posibile ke nn li fermano! !!!! tra disserbi benzolo eccc ci invelenano a tutti! !!!???? ke gente ke esis!!!!!! ma loro respirano ben.!?
Citazione
 
 
#81 2012-03-31 12:09
http://parma.repubblica.it/cronaca/2012/03/17/news/biomasse_a_palanzano_una_storia_incredibile-31711306/

non siamo i soli, difendiamo i nostri prodotti e la nostra salute.
Citazione
 
 
#82 2012-04-02 16:47
Qui si parla di inquinare un'intera vallata, di emissioni nocive, di salute per gli abitanti, di ceneri residue, invece sull'opuscolo pubblicitario dicono esattamente il contrario, forse se ci vai ad abitare vicino campi pure di più. Non so se avete letto gli opuscoletti distribuiti qualche mese fa dove si parlava di quello che non sta facendo il comune o del consiglio convocato la mattina dopo martedi grasso. Non sono seguite repliche o smentite quindi se ne deduce che sia tutto vero.
Ma come mai che la centrale a Parma inquina e a Caprarola no?
Citazione
 
 
#83 2012-04-02 20:29
dipende da che centrale e da cosa brucia.
Pure la caldaia tua se brucia copertone inquina di più di una a bucce de nocchie.
L'inquinamento peggiore sono le chiacchiere di tanta gente disinformata. Mo vedemo quanno arriverà la legge che le caldaie a gusci sono proibite. Avoia a comprà pellet, gas e corrente, co sti prezzi.
Citazione
 
 
#84 2012-04-07 01:48
forse l'inquinamento peggiore è la disinformazione .
Citazione
 
 
#85 2012-04-07 09:36
Ma voi che siete informati potete descrivere le differenze che ci sono tra la centrale descritta nell'articolo sopra e quella che dovrebbe sorgere a Caprarola? A parte ovviamente lo stabio che quello si è capito ma per il resto (tagli dei boschi a Parma e frasche di potatura a Caprarola) le differenze quali sono?
Citazione
 
 
#86 2012-05-11 15:09
Al senato sono stati approvati vari emendamenti presentati alla commissione agricoltura dalla senatrice Allegrini tra cui un emendamento sul digestato compost il quale dice che non e' da considerare rifiuto ma sottoprodotto da utilizzare per impianti biogas "utile beneficio per l'ambiente
Citazione
 
 
#87 2012-05-19 09:17
Ce mancava solo la centrale a biomassa a dopo le polveri.... e l'acqua...ehhehehehhe e vaii!!!!!mmmmmm che bellll respirareeeeee a caprolandiaaaaa a...ma che te fregaaaaa ehehheehheheheh ehheh ;)))))))
Citazione
 
 
#88 2012-06-14 22:02
la centrale é un costo per tutte le nostre bollette la questione é complessa per giochi ed interessi in campo per approfondire consiglio questo link http://lapulcedivoltaire.blogosfere.it/2011/04/legambiente-azionista-nelle-centrali-di-de-benedetti.html
Citazione
 
 
#89 Marti 2015-01-24 19:51
I'm really inspired together with your writing skills and also
with the format to your weblog. Is this a
paid theme or did you customize it your self? Anyway
keep up the excellent high quality writing, it is rare to look a great blog like this
one today..

my web site :: sparksproductio n.com: http://sparksproductio n.com/sparked/groups/paying-for-quality-porn/
Citazione
 
 
#90 Shanon 2015-05-04 14:40
I enjoy what you guys are up too. This kind of clever work and coverage!
Keep up the very good works guys I've incorporated you guys to blogroll.


My blog; xxx clips: http://sexxxing.com
Citazione
 
 
#91 Malissa 2015-05-05 07:32
Outstanding story there. What happened after? Good luck!


My web page :: Porn Movies: http://sexypad.net/
Citazione
 

Aggiungi commento

Vi preghiamo di adottare sempre un linguaggio corretto. I post offensivi verranno immediatamente rimossi

Codice di sicurezza
Aggiorna

hostaria

Banner

Visite Guidate a Palazzo Farnese

Banner

Cerca in archivio

Attività e Servizi

Immagine
Idraulico Caprarola - F.lli Pulcinelli impianti ...
Da 40 anni la nostra azienda è specialzzata nella progettazione e...
Immagine
Nunzi - Costruzioni in Ferro
Costruzioni in Ferro - Arredamento, Riscaldamento, Industria, Arredamenti per...

Unisciti a Noi

Banner

Chi è online

 133 visitatori online

Scopri il Palazzo Farnese

Banner

Altre notizie in archivio

Previous Succ.