Notizie da Caprarola

La Sala dei Fasti Farnesiani - Imminente riapertura

Scritto da Admin

Sala dei Fasti Farnesiani Dopo un lungo periodo di chiusura per un profondo e necessario restauro, la sala più emblematica del Palazzo Farnese verrà riaperta al pubblico.

E' in questa stanza che vengono celebrate le glorie della famiglia Farnese che partita dall'Alta Tuscia, in provincia di Viterbo, fu protagonista di una grande ascesa politica ed economica fino ad imparentarsi con le prestigiose corti europee.
Gli affreschi, realizzata da Taddeo Zuccari, uno dei nomi più importanti del manierismo, un maestro nella celebrazione dinastica, ricoprono la volta tra riquadri e raffinatissime cornici di stucchi, mentre alle pareti gli affreschi imitano gli arazzi, come i tanti che ricoprivano le pareti delle stanze più intime del card. Alessandro Farnese in cui solo le volte erano affrescate.
In questa stanza troviamo i componenti della famiglia Farnese vicino ai potenti uomini d'Europa come l'imperatore Carlo V, il re di Francia Francesco I, Giulio III, Enrico II di Francia...
Ma è al card. Alessandro Farnese che la stanza è dedicata dove egli è il vero protagonista, omonimo di suo nonno Paolo III a cui si deve la prima impronta del palazzo di Caprarola e le fortune della sua famiglia a cui è dedicata, invece la stanza attigua "Anticamera del Concilio".
La Sala dei Fasti, portati avanti dalla Soprintendenza ai beni storico artistici del Lazio guidata da Anna Imponente, e con la direzione tecnica di Benedetta Montevecchi, termineranno, salvo imprevisti, a fine settembre ed il pubblico potrà riammirare questo gioiello che il mondo ci invidia.

 

mt_ignore

La Guerra Luterana - Sala dei Fasti Farnesiani, Taddeo Zuccari

Gli interventi
«siamo intervenuti con una pulitura, tranne la parete nord che presenta problemi di distacco, dove ora dovremo provvedere con i consolidamenti», spiega la Montevecchi. Qui scorrono, come arazzi monumentali, le scene dedicate alla storia dei Farnese. Come suggerisce lo stesso nome, questa sala vuole testimoniare per immagini la crescita e il trionfo della famiglia e della sua corte. Non a caso, gli episodi e i temi sono stati suggeriti e descritti da illustri letterati dell’epoca, come Annibal Caro.
«Tutto il palazzo, compresi i giardini, sono un riflesso della magnificenza della famiglia», dice la Montevecchi. I colori sono tornati brillanti, meravigliosi nella loro luminosità sofisticata, così tipica della pittura degli Zuccari, talenti per il «fasto» pittorico delle celebrazioni. «Un talento assai noto ai Farnese che, molto astutamente commissionarono le pitture proprio ai pittori giusti che furono bravissimi a raccontare la storia in modo solare».
La Sala dei Fasti è esposta a nord, nell’appartamento estivo, quella più esposta alle intemperie: «Non a caso, proprio in un angolo della volta, abbiamo rilevato problemi di infiltrazioni di umidità ed abbiamo proceduto con l’estrazione di sali che si erano inseriti nella struttura muraria, ma rimarrà sotto monitoraggio perché al di sopra ci sono piccoli terrazzi».
La Sala, splendida sala, ora si presenta con i suoi colori reali, torna finalmente a rivivere insieme ai personaggi istoriati, ai grandi uomini dell'epoca, agli eserciti, ai gruppi delle dame impreziosite di vesti e gioielli. Un capolavoro di celebrazione dinastica dalla mano di Taddeo Zuccari.


Per saperne di più:

b_0_150_16777215_00_images_stories_articoli-2012_la-copertina.jpgIl Palazzo Farnese di Caprarola - il nuovo libro
La storia, le curiosità ed i momenti più salienti della grande ascesa al potere della famiglia Farnese, dal pontificato di Paolo III alle unioni con le potenti corti europee.
Per la prima volta ogni stanza viene accompagnata da fotografie e da una mappa con didascalie per individuare i numerosi affreschi per capirne il loro significato.

Leggi tutto >>